PEDODONZIA ORTODONTICA(apparecchiature fisse saldate a capsuline in acciaio stampate nella forma e dimensione del dente,quale procedimento nella fase dello stampaggio eseguito dal laboratorio)

Dispositivi fissi Vuoi commentare l'articolo?

Autore: Grazioso Michele – Mogliano Veneto (TV)

Abitualmente i dispositivi fissi pediatrici sono ancorati a bande, ma queste implicano facilmente il loro distacco dopo la cementazione per le seguenti problematiche:

a) scarsa ritenzione a causa della morfologia dentale dei denti decidui o dei primi molari permanenti non completamente erotti (foto1);
b) intervento di forze di attivazione orali ed extraorali (quad-helix, disgiuntori, maschera del Delaire) e forze muscolari (griglia, lip-bumper).

Alternativo all’uso delle bande è l’applicazione delle capsuline stampate, che hanno la superficie occlusale come componente ritentiva.
Se il clinico preferisce evitare le interferenze occlusali di masticazione con l’antagonista, esse vengono confezionate anche senza superficie occlusale ma con degli appoggi mesio-distali o vestibolo-palatali.

Vantaggi dell’uso delle capsuline:
a) eccellente ritenzione;
b) fedele posizionamento del dispositivo grazie alla superficie occlusale o agli appoggi mesio-distali o vestibolo-palatali che fanno da stop;
c) riduzione del morso, grazie al leggero rialzo utile nei casi di morso aperto.

Rispondi

Entries RSS Comments RSS Accedi