DOPPIA PLACCA DI SANDER(fasi di costruzione in laboratorio)

Dispositivi funzionali Vuoi commentare l'articolo?

Autore: Luca Manelli – Tecnico Ortodontista

La fasi di costruzione in laboratorio della doppia placca di Sanders sono molto semplici per quello che riguarda i fili ,in quanto le placche sono costituite da ganci di Adams sui sesti e sui quarti e di un arco vestibolare semplice sia superiormente che inferiormente ( foto 1 ), se richiesti dal clinico si possono aggiungere ausiliari tipo molle per vestibolarizzare , mesializzare ecc ecc .
Invece molta attenzione si deve prestare nel posizionare le viti che rappresentano il “motore” di questo dispositivo , in quanto la vite superiore (foto 2 ) ,che presenta 2 zanche che vanno ad articolare con la placca inferiore e devono avere un ‘inclinazione ben precisa 65° o 70 °,( questo valore ci deve essere indicato dal clinico in base alla tipologia del paziente ) e per creare il piano di appoggio sulla placca inferiore, nella vite inferiore è presente un piano inclinato regolabile ( foto 3 ) e con l’ausilio di un goniometro modificatosi potrà regolare questo piano in modo da andarlo a ricreare sulla placca (foto 4).
La zappatura e la rifinitura delle placche sarà come da ordinaria procedura .
Una volta rifinita la placca inferiore si fissa la vite superiore in modo che appoggi sul piano (foto 5-6 ).

Rispondi

Entries RSS Comments RSS Accedi